VARIETALI

CHARDONNAY, SAUVIGNON, CABERNET, MERLOT, SYRAH

È il DM del 19 marzo 2010 a prevedere che i vini varietali, base su cui poggia la piramide di qualità vitivinicola italiana, possano riportare in etichetta sia l’annata di produzione sia il vitigno a condizione che siano sottoposti a certificazione da parte di un apposito ente. Al contrario non è ammesso alcun riferimento al territorio di produzione, che rimane prerogativa esclusiva dei vini a Denominazione di Origine o a Indicazione Geografica.

Nonostante l’assenza di un apposito disciplinare, essi sono dunque sottoposti alla complessa normativa vitivinicola, volta a garantire piena tracciabilità del prodotto. L’elenco dei vini varietali è il seguente: Chardonnay, Sauvignon, Cabernet, Cabernet Franc e Sauvignon, Merlot e Syrah.

Tutti i nostri prodotti vengono sottoposti a chiarifica, per garantirne la stabilità proteica, oltre ad una microfiltrazione. A richiesta, trattamento per la stabilità tartarica e dolcificazione (in conformità dei relativi disciplinari).